Più libri Più liberi: Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria di Roma, dal 4 all’8 dicembre

Anche per questa rinnovata edizione di dicembre della Fiera del libro Più Libri più Liberi di Roma, la redazione di The Serendipity Periodical seguirà alcuni degli autori che vi prenderanno parte, con recensioni, interviste, approfondimenti e molto altro.

 

Avveniristica e consolidata, sono questi i principali aggettivi per descrivere quella che è una delle esperienze culturali più attese dal pubblico sulla scena romana, Più Libri più liberi, la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria.

Avveniristica perché, giunta alla diciottesima edizione nel cotesto di una location proiettata nel futuro come quella della Nuvola dell’Eur, la rassegna si conferma dedicata esclusivamente agli editori indipendenti interessati all’analisi e all’interpretazione dei nuovi scenari che la dinamicità della vita in società ci ingiunge di concepire. Proprio per questo sarà posto al centro delle discussioni aperte, dei dibattiti sulla natura e sulla comprensione degli assetti geo-politici, il tema “I confini dell’Europa“. In un momento storico di particolare criticità ripercorrere, attraverso la riflessione, il filo conduttore di una comune integrazione delle diverse identità confluite nella storia europea, sembrerebbe ancora di particolare rilevanza per orientare il nostro sguardo verso ciò che ancora in fieri e sulla coscienza della propria presenza in rapporto al panorama degli agenti internazionali.

Consolidata perché tali trasformazioni e cambiamenti culturali, indagati attraverso la dialettica democratica sui diritti civili, saranno il filo conduttore e l’oggetto di 670 appuntamenti che avranno come protagonisti 520 espositori tra i più attivi e proficui del panorama nazionale e internazionale : Yasmina Khadra, Jacques Rupnik, Romano Prodi, Erri De Luca, Salvatore Scibona, Valeria Luiselli, Eduard Limonov, Dimitri Deliolanes, Donatella di Pietrantonio, Zerocalcare, Maurizio De Giovanni, Concita De Gregorio, Gipi, Dacia Maraini, Altan, Paolo Giordano, Sandra Petrignani, Brian Selznick, Michela Murgia, Gianrico Carofiglio, Pif, Nadia Terranova, Melania Mazzucco e Moni Ovadia. Di rilevante importanza la presenza della giovane attivista russa Olga Misik, salita agli onori della cronaca internazionale per le sue proteste rivolte al presidente russo Putin, e la sindaca di Danzica Aleksandra Dulkiewicz, eletta a seguito dell’assassinio del precedente sindaco Paweł Adamowicz.

 

Più Libri Più Liberi e la conoscenza del presente

La rilevanza dell’evento e l’importante opportunità di confronto che l’edizione 2019 della Fiera propone è tale da coinvolgere alcune tra le più brillanti penne e i direttori delle più importanti testate giornalistiche: Lucia Annunziata, Pierluigi Battista, Luigi Contu, Virman Cusenza, Marco Damilano, Federico Fubini, Francesca Mannocchi, Tonia Mastrobuoni, Ezio Mauro, Paolo Mieli, Antonio Padellaro, Paolo Rumiz, Nello Scavo, Michele Serra,  Marco Travaglio, Carlo Verdelli e altri ancora.

Se è la reale conoscenza del presente che ci rende più forti, che ci fornisce gli strumenti per diradare ciò che rimane velato e contraddittorio; se sono la riflessione e la creatività incudine e martello di una proattività scevra di debiti razionali con il passato, allora è facile per noi unirci alla Fiera Nazionale dell’Editoria nell’affermare con passione “più libri più liberi!”.

 

 

articolo di

Gabriele Scassaioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto