Espressioni #1

Un locale. Un bar. No, un pub. Un uomo seduto accanto alla finestra. Stanco. Un cameriere dall’aria strana. Fuori c’è bel tempo. No, l’uomo è pensieroso. Il cameriere gli chiede cosa voglia. Accanto, all’altro tavolo, una donna molto grassa. Non sa cosa vuole. Non è pensieroso è angosciato. Persone che vanno avanti e indietro. Accanto […]

Il tempo della notte

Interno. Notte fonda. Pochi pensieri, troppo tardi per riposare, troppo presto per realizzare i sogni.   Una piccola luce, un buio meno nero, non fa paura.   Esterno, si vedono meglio le stelle, le osservi, le studi sorridi. Convinto che qualcuno ti guarderà, ti proteggerà, e seguirà il tuo cammino.   Daniele Altina     […]

Reminiscenze latenti

“Dottore, sono io… mi vedo; sono Flavio De Pasquale e credo che la particella davanti al nome abbia la sua importanza. Certo, debbo dire che sono confuso, nauseato da mille ricordi, più simili a echi; da interferenze di un vissuto lontano. Comunque mi vedo, sono io. Sono il Commendator De Pasquale, proprietario di un’azienda alimentare […]

Marina

Marina apre e chiude i cassetti del comò. È seduta in terra con le gambe incrociate, le chiappe nude a contatto con il pavimento freddo. È estate, fa caldo. Sta mettendo in ordine le cose inutili che ha riposto distrattamente nei cassetti del comò durante il resto dell’anno. Il primo cassetto era pieno di cavi, […]

Anatomia di un racconto breve sulla vita coniugale – un racconto di Michelangelo Franchini

Questo racconto è stato pubblicato su Pastrengo.   Inizio in medias res. Pensieri della protagonista, stato d’animo della protagonista. Descrizione dell’ambiente cui si allaccia un piccolo flashback. Quotidiane azioni della protagonista foriere di un’agitazione inconfessata. Frase secca, perentoria, che esemplifica la problematica principale del racconto, nonché la causa (intuiamo) dello stato d’animo alterato della protagonista […]

Amazzonia

Divampano In alte fiamme I colori della morte. Trame di verde Intrecci di legno Foglie perdute. Risuonano nell’aria Versi stremati Animali ormai spenti. Il tempo scorre Annega il mondo Fumo di distruzione. Prendi la nostra mano Tendi le dita alla salvezza Stringi per non perderla. Aiutaci a guarire Polmone verde Torna a respirare. Arianna Taddeo

Autunno silenzioso

Frastornato, una nuova sera, lei non c’è, l’autunno alle porte, ammazzo un altro giorno. Brindo a me, a chi non c’è, a chi non frega nulla.   L’amore lentamente consuma, come una foglia, ha dato troppo in estate, ora a letargo. Vivo  il futuro pensando al presente. Resto muto. Ascolto.   Daniele Altina Ph. Luigi […]

L’ estate in provincia

Chi arriva, chi parte, qualcuno resta. Si ride, si piange si mangia troppo.   Amori e passioni, sensazioni mescolate, è tutto più semplice. Alla sera nel bar chiacchiere e bicchieri. La meraviglia del forestiero, la routine dell’abitante, che incredulo aspetta il pranzo. Normalità, banalità e lavoro genuinità e antichi sapori di una tradizione scomparsa.   […]

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto