Liminalità e crescita nell’ “Addio ai monti”

Maggio come momento di crescita Maggio, nell’immaginario collettivo e ancor più in quello del Serendipity, rappresente un momento liminale. Infatti, è proprio in questo mese che noi festeggiamo l’anniversario della nostra prima uscita ben due anni fa. Per quanto riguarda la liminalità poi, maggio è il mese in cui assistiamo al lento passaggio dalla primavera […]

L’epidemia al tempo del “Decameron” e de “I Promessi Sposi”

Rilettura di opere più attuali che mai Non mai ci saremmo potuti immaginare di doverci sentire così impotenti di fronte un essere invisibile e così letale. Le giornate passano lentamente, il tempo sembra scorrere a rilento fra i rintocchi della paura. Il respiro del terrore riecheggia all’interno delle mura e per le strade delle città italiane. Il […]

Arte come processo seriale: la pittura di Claudie Laks e la dinamica dell’attesa indefinita

Aspettando Godot è il titolo dell’esposizione pittorica di Claudie Laks, nell’elegante galleria romana dedicata al nome di Bruno Lisi La storica Galleria Bruno Lisi di Roma, situata a ridosso della frenetica via Flaminia, cuore trepidante della Capitale, al numero 58, anticipata da un gentile giardino d’ingresso che convoglia l’andante naturalmente verso il suo raffinato e […]

Marina

Marina apre e chiude i cassetti del comò. È seduta in terra con le gambe incrociate, le chiappe nude a contatto con il pavimento freddo. È estate, fa caldo. Sta mettendo in ordine le cose inutili che ha riposto distrattamente nei cassetti del comò durante il resto dell’anno. Il primo cassetto era pieno di cavi, […]

Amazzonia

Divampano In alte fiamme I colori della morte. Trame di verde Intrecci di legno Foglie perdute. Risuonano nell’aria Versi stremati Animali ormai spenti. Il tempo scorre Annega il mondo Fumo di distruzione. Prendi la nostra mano Tendi le dita alla salvezza Stringi per non perderla. Aiutaci a guarire Polmone verde Torna a respirare. Arianna Taddeo

Le geometrie della sensibilità, in arte Fabrizio Sclocco – The Geometries of sensitivity in Fabrizio Sclocco

ITA Fabrizio Sclocco nasce a Pescara nel 1989. Un diploma artistico e un percorso universitario in Architettura interrotto, dopodiché Toronto. Insoddisfatto dell’Italia, o più semplicemente della vita che conduce, nel 2012 Sclocco approda in Canada, all’inizio svolgendo lavori disparatissimi e tutt’altro che artistici, per poi riprendere in mano – di nuovo, e una volta per tutte […]

L’ estate in provincia

Chi arriva, chi parte, qualcuno resta. Si ride, si piange si mangia troppo.   Amori e passioni, sensazioni mescolate, è tutto più semplice. Alla sera nel bar chiacchiere e bicchieri. La meraviglia del forestiero, la routine dell’abitante, che incredulo aspetta il pranzo. Normalità, banalità e lavoro genuinità e antichi sapori di una tradizione scomparsa.   […]

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto