Autunno silenzioso

Frastornato,

una nuova sera,

lei non c’è,

l’autunno alle porte,

ammazzo un altro giorno.

Brindo a me,

a chi non c’è,

a chi non frega nulla.

 

L’amore lentamente consuma,

come una foglia,

ha dato troppo in estate,

ora a letargo.

Vivo  il futuro

pensando al presente.

Resto muto.

Ascolto.

 

Daniele Altina

Ph. Luigi Maggio

L’autore

Daniele Altina. Classe 1990. Provenienza Molise. Dopo la laurea in Editoria e Scrittura presso La Sapienza, trascorre il tempo facendo il blogger, il giornalista e lo scrittore. Le sue composizioni sono astratte come la terra da cui proviene. Ci stupirà? Il lettore decreterà il risultato di questa sfida.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto