Le geometrie della sensibilità, in arte Fabrizio Sclocco – The Geometries of sensitivity in Fabrizio Sclocco

ITA Fabrizio Sclocco nasce a Pescara nel 1989. Un diploma artistico e un percorso universitario in Architettura interrotto, dopodiché Toronto. Insoddisfatto dell’Italia, o più semplicemente della vita che conduce, nel 2012 Sclocco approda in Canada, all’inizio svolgendo lavori disparatissimi e tutt’altro che artistici, per poi riprendere in mano – di nuovo, e una volta per tutte […]

L’ estate in provincia

Chi arriva, chi parte, qualcuno resta. Si ride, si piange si mangia troppo.   Amori e passioni, sensazioni mescolate, è tutto più semplice. Alla sera nel bar chiacchiere e bicchieri. La meraviglia del forestiero, la routine dell’abitante, che incredulo aspetta il pranzo. Normalità, banalità e lavoro genuinità e antichi sapori di una tradizione scomparsa.   […]

Un pò di letteratura inglese: tra picaresca, fiaba e romanzo di formazione

Due domande fondamentali, per due romanzi monumentali: “Se e in che misura Jane Eyre può essere considerato un romanzo di formazione?” e “Qual è la trama principale di Howards End?” Nello studio tratterò i due quesiti già citati, approfondendo le lezioni attraverso i saggi critici di Franco Moretti sul romanzo di formazione inglese, e di […]

Dal taccuino di un filologo: Victor Klemperer e la lingua del III Reich

La lingua come portatrice di mito La Nazi-Sprache o Sprache der dritten Reich di cui parla Victor Klemperer nel suo taccuino, spesso nominata semplicemente LTI[1], con un acronimo appunto, nel tentativo di sottolineare la mania nazionalsocialista di ridurre il linguaggio stesso ad una serie di icone indecifrabili se non per i membri del sistema stesso, è la […]

Viaggio nell’eredità di Corto Maltese: intervista a Marco Steiner

La continua ricerca di una suggestione che possa permetterci di entrare in un mondo diverso, toccare un’atmosfera in evoluzione, scendere nel profondo delle cose, Marco Steiner racconta Corto In occasione della conferenza Gli orizzonti aperti di Hugo Pratt, tenutasi in Sapienza nell’edificio di Ex poste il 19 giugno scorso, la redazione di The Serendipity Periodical ha […]

Prospettive

Il mio mondo è infantile, lento e giocoso. Il tuo adulto, veloce e serio. T’incontro, ti sfioro, t’ accarezzo.   Per me il bacio è una dura conquista per te l’inizio. Con il sesso capisci se ti sono piaciuto, per me è un punto d’arrivo.   I romantici invece, restano ore, immobili a pensare, a […]

Linguaggio ed emozione, emersione da e sovversione dello standard

Affrontare il problema delle modalità attraverso le quali le emozioni affiorano ed emergono nel linguaggio significa principalmente ricercare in che cosa essenzialmente consistono le forme linguistiche emotivamente ‘’marcate’’ rispetto alle standard. Il presupposto dunque è che possa esistere un linguaggio con e senza emozioni, una parola con e senza impulso emotivo; la tesi diametralmente opposta […]

Il felice addio

La sera piovosa i primi pensieri grandi, il fresco e il sonno primaverile addosso. Il calcio e le scommesse le donne e la bellezza in una giornata.   Un ricordo attraversa l’inizio, forse nostalgia, forse mancanza. La musica e colori, nero e arancione litigano confidi nel più caldo.   Riprendi la strada oggi è una […]

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto